domenica 11 gennaio 2015

Words to live by

Buongiorno pupi!
Oggi sono qui per dare finalmente il via alla prima nuova rubrica del 2015. In realtà non si tratta di quella di cui vi avevo già parlato qui, ma di un'idea che mi è venuta proprio pochi giorni fa, mentre perdevo tempo sul web (tanto per cambiare). Il concetto è piuttosto semplice: molto spesso mi succede di non riuscire a dare un senso o un ordine logico ai miei pensieri e questa cosa mi disturba profondamente. Tuttavia, capita sempre che, leggendo un libro o semplicemente girovagando tra un social network e l'altro, vada a sbattere contro una frase che mi fa esclamare "Eccolo! Questo è ciò che stavo cercando di dire!". É una grandissima soddisfazione e sono convinta che a tutti sia successo almeno una volta (motivo per cui vi inviterò sempre a lasciarmi le vostre frasi nei commenti!). Quindi, questa rubrica sarà una raccolta di tutte quelle citazioni che mi hanno fatto sentire capita e un po' meno sola e che continuano ogni giorno a ispirarmi. So che c'entra relativamente poco con i viaggi e il resto, ma l'idea mi piace davvero tanto (e ormai è risaputo che non so fare la travel blogger), perciò spero piaccia anche a voi! Non ho ancora stabilito ogni quanto verrà pubblicata (perché oltre a essere poco seria sono pure poco organizzata), anche perché vorrei che fosse il più spontanea possibile, e non vincolata a scadenze particolari.

La citazione che voglio condividere è la seguente.


L'ho trovata per caso, in un momento in cui non stavo nemmeno davvero cercando una risposta alle tante domande che mi frullano in testa, ma mi è bastato leggerla una volta per sentire subito il bisogno di trascriverla ovunque, impararla a memoria e ripetermela continuamente. Questo perché non sono mai stata in grado di capire che vanto ci sia nell'affermare di avere mille impegni e di non riuscire a fermarsi un secondo, ma non ho mai avuto il coraggio di dirlo per paura di essere presa per la solita pigra. In realtà, sono abbastanza sicura di non esserlo minimamente e so di sapermi rimboccare la maniche quando serve lavorare sodo. Ma sono gelosissima dei miei momenti di pace, di, chiamiamolo, raccoglimento, che considero forse perfino più importanti della vera e propria azione. Credo che muoversi sia essenziale, ma per farlo è necessario fermarsi qualche istante e rimettere insieme, di volta in volta, sia energie che presupposti. Bisogna poter riprendere fiato. A tal fine, riterrei anche necessaria una buona rivalutazione di tutti i principi che regolano la vita al giorno d'oggi, che non offre molte alternative a quest'isterica frenesia (o frenetica isteria, vedete voi) - ma quella è un'altra storia e a riguardo sono pure piuttosto pessimista.
Voi come la pensate? 

Lasciatemi le vostre citazioni nei commenti! Alla prossima ;) 

5 commenti:

  1. Bella questa nuova rubrica, offre molti spunti per riflettere un pò :D

    A dirla tutta non ho mai pensato a questo tema, a quanto sia importante per me essere occupata o rilassata. Di sicuro a fine giornata mi faccio sempre un'idea di tutto ciò che dovrò fare nei prossimi giorni liberi e sapere che devo fare qualcosa mi stressa da morire, considerando pure che 9 volte su 10 devo sbrigare queste cose nel mio vecchio quartiere che si trova a 60 km da dove abito. Mi muovo con i mezzi e chiaramente parte tutta la giornata. Se invece posso rimanere a casa cerco di evitare qualsiasi scocciatura per il motivo che hai detto tu, sento il bisogno di riprendere fiato. Però alla fine mi trovo da fare lo stesso e se passo tutta la giornata al pc sento di non aver concluso nulla. In conclusione più che essere una persona impegnata, sono una che ha costantemente il cervello impegnato. E non è per niente una cosa cool XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha il cervello impegnato ce l'ho sempre anche io! Ma quello non mi dispiace haha però ogni tanto bisogna davvero staccare la spina secondo me - o almeno, io devo assolutamente, se no sclero malissimo e non sono uno spettacolo troppo bello da vedere! :D

      Elimina
    2. Siamo due donne stressate, sì. :)

      Elimina
  2. sono una celebrale, che non fa che andare in paranoia e tirarsi menate...
    ho detto tutto.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...