lunedì 2 febbraio 2015

Tour letterario: la casa di Anna dai capelli rossi (P.E.I, Canada)


Alzi la mano chi ha visto tutti gli episodi di Anna dai capelli rossi (quattro o cinque volte, pure) o ha letto i libri! Immagino tutti, bene o male. 

Per quanto mi riguarda, quel cartone è stato parte integrante della mia infanzia. Ricordo che lo guardavo ogni mattina, mentre facevo colazione e imploravo mia mamma di non farmi andare a scuola. Era un appuntamento fisso, sia per me che per lei. Per questo motivo, quando siamo capitati sulla Prince Edward Island è stato d'obbligo fare un salto fino a Cavendish e visitare la casa che ha ispirato la storia di Anna. Anzi, qualcosa mi dice che abbiamo deciso di andare sull'isola proprio per lei. 

Poiché so bene che la maggior parte degli italiani ignorano l'esistenza di questo posto (io stessa non ne sapevo pressoché nulla prima che me ne parlasse l'Intrepida Mamma), vi spiego di cosa si tratta. In breve, Lucy Maud Montgomery, autrice di Anne of Green Gables, era cugina della famiglia MacNeill, proprietaria della casa e dei terreni circostanti. La scrittrice vi passò molto tempo da giovane e, amando profondamente il luogo, decise di utilizzarlo come ambientazione per il suo celebre romanzo. 

Iniziamo dicendo che la casa è, se non identica, sicuramente molto, molto somigliante a quella che tutti conosciamo dal cartone animato. Potete dunque immaginare quanto io fossi esaltata mentre ne esploravo i dintorni e mi perdevo vagabondando all'interno delle stanze (tutte rigorosamente arredate!). Per non parlare di quando abbiamo percorso i vari sentieri (dal Lovers' Lane al Balsam Hollow - vorrei tanto ricordarmi come sono stati tradotti in italiano), perché sì, esistono anche quelli! Mi sentivo una piccola Anna, con tanto di treccine e occhi spalancati. Insomma, mi mancavano solo le lentiggini e un vestito verdino col grembiule bianco. 

Poco lontano dalla Casa dai tetti verdi è anche possibile visitare il sito in cui sorgeva la casa di L.M. Montgomery, di cui purtroppo rimangono solo le fondamenta, e nel cimitero di Cavendish sorge ancora la sua tomba. 

So che probabilmente se non avete mai visto il cartone animato questo luogo non vi dirà niente - anche se, sinceramente... dove diavolo avete vissuto?! - ma posso assicurare a chiunque abbia avuto, invece, l'onore di fare la conoscenza di Anna che a Cavendish vi divertireste da matti e vi sentireste trasportati indietro nel tempo e, ancor meglio, direttamente nel cuore del racconto. Insomma, per farla breve: è una grande, grandissima figata. Vorrei solo che le foto che abbiamo scattato quel giorno facessero meno pena, ma il fato ha voluto che uscissero tutte o molto mosse o molto storte o con colori e luci improponibili. Ma hey, se proprio risultassero inguardabili voi ditemelo pure, che torno volentieri indietro a scattarne di nuove! Lo farei per voi, chiaramente ;) Ci siamo capiti ;) 














11 commenti:

  1. Alessia ♥ Amo i tuoi post che parlano di viaggi ♥ Mi piacerebbe tanto visitare tutti i posti che visiti tu *--* Non so come fai! Hai fatto un sacco di esperienze! Questa casa è bellissima ^^ Dentro...sembra di essere in un'altra epoca ♥ ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite cara! Sì, mi ritengo molto, molto fortunata! :)

      Elimina
  2. Ma che figata pazzesca! O____O Ho visto poco il cartone perchè non mi ispirava granchè, ma ricordo quella casa! Le stanze sono bellissime, vorrei proprio andarci! >_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah vero?? è una cosa troppo ganza! :D

      Elimina
    2. Sì! Voglio quella camera da letto, quella col singolo! *____*

      Elimina
    3. Eh no mia cara, quella è già mia! ;)

      Elimina
  3. che forte, non sapevo esistesse la casa:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io! è stata una bella sorpresa quando l'ho scoperto :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...