domenica 1 marzo 2015

21 anni e sentirli

Arriva un momento, nella vita, quando smetti di sentirti grande e ricominci a sentirti straordinariamente giovane. O almeno, a me è successo così. Fino a qualche mese fa, sentivo i miei 20 anni pesarmi addosso come macigni. Probabilmente riderete di tutto ciò, ma invidiavo chi, di anni, ne aveva ancora 17 o 18. Tra me e me pensavo "beati loro, che possono ancora scegliere, sbagliare, cambiare idea tutte le volte che vogliono". Mi sentivo in trappola, per così dire, e mi sembrava di aver già perso le occasioni migliori. Non sono stati bei momenti.

Come ho già detto, sento di essere cambiata molto. Anzi, no, "cambiata" non è il termine adatto. Diciamo che, per tanto tempo, avevo continuato, insistente, ad avvolgermi in pesanti strati di bugie e convenzioni sociali, allo stupido scopo di proteggermi e andare bene agli altri. Piano piano, sono riuscita ad accorgermi del torto che stavo facendo a me stessa e a tirarmi fuori da quel tremendo involucro una volta per tutte. Sì, è stato un processo lungo e faticoso, che ha richiesto sacrifici, addii e comportato innumerevoli dubbi, ma sono soddisfatta del risultato che ho ottenuto. Che piaccia o non piaccia, adesso mi sento io. Tutto questo credo che mi abbia aiutata a crescere e, se prima guardavo con nostalgia all'impacciata Alessia degli anni del liceo e mi pareva di essere già più vecchia di un dinosauro, adesso che ho compiuto un decisivo passo avanti mi sento di nuovo giovane e con infinite possibilità. Confrontarmi con persone più grandi di me mi ha fatto capire quante cose posso ancora imparare. Mi sento piccola piccola, ma la cosa, anziché spaventarmi, mi infonde una grande sicurezza. Mi sembra di avere un vantaggio, in termini di tempo, su chi è già più avanti di me, perché io sono ancora un qualcosa di informe, in continuo mutamento, e posso diventare qualsiasi cosa io voglia. Non so se ha senso, ma io è così che mi sento: invincibile

Scoprire di avere tempo e possibilità, mi ha dato lo stimolo che cercavo da tanto. Ho capito di avere il diritto di provare a inseguire i miei sogni - questa bruttissima espressione, che fa sembrare i sogni come qualcosa di lontano e faticoso da raggiungere, mentre io sono totalmente consapevole di avere già tutto dentro di me e di non dover far altro che trovare un sistema per tirarli fuori. Ho capito che ci voglio provare, soprattutto perché, in un mondo in cui non c'è più alcuna garanzia o sicurezza, non mi resta altro da fare che tentare di costruirmi da sola un "futuro" e illudermi di riuscirci, perché, dopotutto, sono giovane e indistruttibile.

Quindi sì, oggi compio 21 anni e per la prima volta dopo tanto, tanto tempo non mi sento spaventata, né vecchia o nostalgica, ma fiduciosa. Pronta. Minuscola, certo, ma convinta e sicura. Sono all'inizio di un lungo e memorabile viaggio di cui non conosco ancora con esattezza la destinazione, ma conto di trovare un posto adatto a me, lungo la strada.


17 commenti:

  1. Buon compleanno:). Interessanti anche i post!

    RispondiElimina
  2. Tantissimi auguri Alessia!! Per le paranoi c'è sempre tempo ora pensa a vivere il presente! un bacione!

    RispondiElimina
  3. Io ho patito di brutto il mio ventiquattresimo compleanno e tutti mi dicevano "vedrai quando ne compirai 30..." . Trenta li ho compiuti senza batter ciglio, ma quei 24 mi sono rimasti proprio lì ;P...
    Buon Compleanno!
    -nati-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Ognuno alla fine affronta ogni passaggio con i proprio ritmi e secondo le proprie convinzioni... devo ammettere che l'idea dei 24 anni mette un po' di angoscia anche a me, ma sono ancora lontani, per il momento mi godo i 21 :D

      Elimina
  4. Buon compleanno Alessia^^ e complimenti per questa tua visione della vita... devo riuscire anch'io ad arrivarci >.< di anni ne ho 22 e mi sento quasi inutile e vecchia >.< un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Guarda, anche io fino a poco tempo fa, ma mi sono costretta a pensare che, perlomeno, sono sicuramente più giovane di un cinquantenne. Basta mettere le cose in prospettiva :D

      Elimina
  5. Un po' in ritardo ma... auguri cara!
    Sai, io penso di esserci arrivata a 26 anni alla tua conclusione o di starci arrivando molto lentamente e capisco, o almeno credo, benissimo la sensazione magnifica di non sentirsi intrappolati in certe scelte solo perché ormai "si ha una certa età".
    Buon viaggio! <3

    ps. quella torta è splendida!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, parlavo proprio di quella sensazione, l'hai sintetizzata benissimo! Si vive molto meglio così :)
      Grazie infinite e sì, la torta era davvero splendida e squisita, peccato sia già finita! Ahah

      Elimina
  6. Conosco la sensazione che descrivi, capita anche a me di pensarci ed è stupido perchè anche io sono giovane, anche io posso fare qualsiasi cosa.
    L'altro giorno accompagnavo uno stagista di 18 anni nel mio ufficio e lui continuava a darmi del lei, ad un certo punto gli ho detto "Ehi, non darmi del lei, dammi del tu! Non ho la tua età ma poco ci manca!". Poi mi sono resa conto che di anni ne ho quasi dieci più di lui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (Auguri di nuovo comunque <3<3<3)

      Elimina
    2. Ahah guarda, ti capisco, anche a me da troppo fastidio quando mi danno del lei. Peggio ancora quando è gente che ha solo 2 o 3 anni più di me!
      Grazie infinite di nuovo ♥

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...