mercoledì 21 ottobre 2015

Top 4 | Cose da non fare quando vorresti viaggiare e non puoi

Scenario: sono le 17.30 di un tiepido e deprimente pomeriggio di inizio autunno. Fuori, gli ultimi pallidi raggi del sole illuminano due rondinelle grassocce, appollaiate sul famoso filo del telefono. 

Rondine 1, tale Mario: "Hey Carlo, allora? Pronto per migrare?" 
Rondine 2, tale Carlo: "Sì, Mario, devo solo fare un salto in farmacia per comprare una confezione di pastiglie per il mal d'aria da mettere in valigia! Sai, per la mia Elena..." 
Rondine 1: "Chiaro, Chiaro! Eh sarà un viaggio lungo, ma potete esser certi che ne varrà la pena!" 
Rondine 2: "Eccome, Mario! Chissà quanti luoghi meravigliosi vedremo quest'inverno!" 

Ascolti quelle rondini fortunate, ti perdi nelle loro voci entusiaste e intanto tu, chiuso nel buio della tua stanzetta, cerchi di riscaldarti in qualche modo, strofinando le mani davanti ad una vecchia lampada ad olio. Ti guardi attorno, soffermandoti sulla montagna di scartoffie che ti circonda, e capisci che, se perfino le rondini ti fan salire l'invidia alle stelle, stavolta stai messo proprio male.  

--- ♠ ---

Pinterest

Insomma, ciurma, ormai questa cosa che io non so scrivere introduzioni normali e sensate è un dato di fatto. Ad ogni modo, oggi voglio parlare di un problema che mi affligge sempre più frequentemente e nei momenti meno opportuni: i viaggi mentali. Letteralmente, mentali. Avete presente quando dovete fare mille cose, avete trentacinque capitoli da studiare (di una materia di cui non ve ne frega un fico secco, di solito), dovete lavorare o fare mille commissioni, ma l'unico stimolo nervoso che vi invia il cervello è "Scappa. Scappa. Scappa."? E allora vi ritrovate a fissare il mappamondo per scegliere una destinazione completamente a caso, a mettere nel carrello di Amazon tutte le guide turistiche che trovate a riguardo e, in men che non si dica, siete seduti sul pavimento del bagno a piangere disperati perché, ve ne rendete conto ben presto, non potete andare da nessunissima parte. Ecco, a me questo succede fin troppo spesso. Ho quindi stilato un elenco di tutte le cose che non dovrei fare, ma che puntualmente faccio, quando mi prendono queste crisi di pura isteria. 
"Lo scalo dura più di 4 ore"
No, ma dai?!
  1. Evitare di aprire Pinterest: Pinterest è la mia fine ed è la fine di chiunque abbia fatto l'errore (meraviglioso) di iscrivervisi. Mi basta accedere al mio account, digitare qualche parola nella barra di ricerca e voilà, posso direttamente dire addio alle successive tre o quattro ore. Non serve altro: due o tre foto di un Paese qualsiasi (ultimamente ripiego quasi sempre su Giappone, Alaska o Argentina, giusto perché sono una persona coerente) e un po' di sana pazzia. Da lì alla più piacevole degenerazione il passo è breve.
  2. Evitare di aprire Kayak/i siti di tutte le compagnie aeree del mondo per cercare voli diretti al Paese prescelto: questa è una cosa che adoro e che mi diverte tantissimo. Non solo cerco il volo migliore per me e le mie esigenze (che esigenze, poi? Mah.), ma controllo anche i siti degli aeroporti per vedere se i voli sono effettivamente decollati in orario, se ci sono ritardi. Mi lamento perfino di tutti i voli che sono stati cancellati e che, a maggior ragione, non riuscirò mai a prendere. Insomma, è proprio una cosa patologica. Il tutto diventa particolarmente ironico quando Kayak mi propone soluzioni con scali di sole 24 ore allo Sheremetyevo di Mosca. 
  3. Evitare di aprire Booking.com per cercare un hotel nella zona desiderata: anche qui io ci perdo le giornate. Seleziono una città, un quartiere e applico tutti i filtri possibili: "5 stelle", "vacanze con animali" (chiaramente non posso lasciare il mio gatto a casa da solo), "soggiorni internazionali" (perché non ho capito cosa sono e devo scoprirlo), "fascia di prezzo: <70€" (perché non ho una lira bucata, lol). Scelgo l'hotel a me più congeniale e leggo ogni recensione che trovo, scelgo una stanza, clicco su "Prenota ora!" e poi chiudo tutto prima di farmi del male. 
  4. Evitare di aprire Google Maps e studiare l'itinerario perfetto per visitare un'intera città in meno di 24 ore: l'avete fatto anche voi, vero? Avete visitato intere città semplicemente spostando l'omino giallo di Google Maps sulla pianta dei vari quartieri, non è così? E che spasso, poi! Nessuno che spinge, niente mal di gambe, niente ombrelli se piove/nevica/grandina, nessuna necessità di salire e scendere dai mezzi pubblici, dato che quando sei stanco ti basta far saltare l'omino giallo da qualche altra parte... Fosse sempre così facile viaggiare! Però poi succede che trovi un posto davvero meraviglioso e ti sale una tristezza che non passa più. Che ci volete fare, c'est la vie! 

La mia ultima scoperta da qualche parte nei pressi di Anchorage, Alaska.
Altro che rondinelle, io qui invidio quei due vecchietti lì sulla sinistra!

18 commenti:

  1. Io adoro Google Maps! :D :D
    Tonia - 2giromondo

    RispondiElimina
  2. Alessia, stai serena: non sei sola! Siamo tutti sulla stessa barca! :D comunque a me piacciono tantissimo le tue introduzioni fantasiose. Mi diverto sempre un mondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha grazie infinite! Ci teniamo compagnia, dai ;)

      Elimina
  3. Alessia, stai serena: non sei sola! Siamo tutti sulla stessa barca! :D comunque a me piacciono tantissimo le tue introduzioni fantasiose. Mi diverto sempre un mondo!

    RispondiElimina
  4. Oltre ai siti vari di aerei adesso ci si son messi pure megabus e flixbus.......non è che magari un saltino in qualche città qua vicina lo riesco a fare vero? VERO?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Complottano tutti contro di noi, ne sono sicura ormai! D:

      Elimina
  5. Ciao Alessia, mi hai fatto morire dal ridere...scrivi così bene che non so come ho fatto a non scoprirti prima!
    La mia rovina è definitivamente Skyscanner...non solo ti dà mille suggerimenti stile le 20 città più colorate dell'autunno e i 50 posti dove mangiare le più buone brioches hipster del pianeta... ma poi ti permette pure di "stalkerare" qualsiasi compagnia aerea/hotel/autonoleggio per mettere in pratica quei consigli inizialmente innocui, ma che nella mia testa hanno già decisamente messo radici!!!
    Se ti va, passa a fare un giro su Postofinestrino!
    Mery

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mery, grazie infinite! Non sai quanto mi faccia piacere! :)
      Skyscanner lo uso solo per stalkerare gli aerei in volo (perdo letteralmente le ore a vederli mentre si avvicinano alla destinazione, è una droga), ma ora che mi dici delle brioches hipster dovrò per forza esplorarlo a fondo!!
      Passerò sicuramente, grazie mille di nuovo :)

      Elimina
  6. allora non sono l'unica matta! Tutti i giorni controllo qualche volo e itinerari su google maps!!! ho sempre bisogno di prenotare ahahha!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sarai mai l'unica, tranquilla! Ahaha ;)

      Elimina
  7. Io con Google Maps mi sono girata mezza Helsinki prima di andarci veramente XD comunque ti sono vicina. Io su Booking c'ho le liste degli hotel perfetti. Pinterest ancora non l'ho mai usato, non ne capisco bene il funzionamento purtroppo :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho le liste su Booking! Liste che probabilmente non userò mai, ma meglio essere ottimisti, no? Guarda, per il tuo bene ti direi di non imparare proprio ad usarlo, Pinterest XD

      Elimina
  8. Risposte
    1. Siamo tutti sulla stessa barca, insomma :')

      Elimina
  9. ahhha ho lo stesso problema :)) però mi piace tanto viaggiare con la fantasia e sognare :)) anche questo è pur sempre un viaggio! buona settimana, ciao Andrea

    RispondiElimina
  10. Venta las nueva camiseta futbol barata 2016-2017,camiseta seleccional, comprar Real Madrid,Barcelona,Chelsea,Manchester City ,mujer,nino con la buena calidad y mejor precio en la annaCamisetas.com

    RispondiElimina
  11. L’Aston Villa 16-17 maglia di casa presenta il bordeaux tradizionale e la luce blu del club. L’Aston Villa cresta è visibile sul lato sinistro della camicia.In primo in assoluto camicia a casa l’Aston Villa di armatura è dotato di un collare Polo classica per creare un design vintage.comprare maglie calcio personalizzate maglie calcio a prezzo,maglia serie a italia,Maglia inter milan shop
    Maglia Juventus outlet

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...